16.1 C
Pordenone
sabato 24 Settembre 2022

Relazione morale al marzo 2022
Cronaca di un “anno breve”

     Se Erich Hobsbauwm coniò l’espressione “Secolo breve” per definire il periodo che andava dalla Prima guerra mondiale al crollo dell’Unione Sovietica, in quanto caratterizzato da eventi significativi che si susseguivano con caotica rapidità, spero mi si perdonerà un acrobatico parallelismo nel definire “anno breve” il periodo che va dal rinnovo del Consiglio Direttivo all’assemblea del 31 marzo 2022.
Questo volo pindarico sembrerà meno azzardato se vorrete considerare le tante iniziative che, nonostante le straordinarie difficoltà dell’ultimo periodo, sono state messe in campo dagli oltre 200 volontari che animano il nostro Sodalizio. A tale volano si unisce l’energia dei Soci nel voler frequentare l’ambiente montano in quella che vorremmo fosse una novella primavera (non ci azzardiamo però a parlare di “età dell’oro”) con l’attesa fine dello stato di emergenza proprio nella data della nostra assise. Ma il maggiore auspicio vuole essere oggi – come nel ‘900 dello storico Britannico poc’anzi scomodato, che questo nostro “anno breve” si chiuda con il definitivo tacere delle armi che, purtroppo, seguitano a tuonare ad est.

Stante la brevità del periodo, cui questa narrazione fa riferimento, e il necessario connubio che la relazione del Presidente ha con il rendiconto in approvazione, ho ritenuto opportuno allegare nuovamente la relazione morale al 14 ottobre 2021 della Past President Grazia Pizzoli in modo che possa essere meglio compreso dai Soci quello che è stato il 2021 nella sua interezza.

Il 26 ottobre si è riunito il neoeletto Consiglio Direttivo sezionale che ha individuato Lorenzo Marcon quale Presidente e Anna Ulian quale Vice Presidente. Aldo Modolo è stato nominato Tesoriere e Paola Pagura Segretaria.
Il CD ha da subito svolto un’intensa attività sia di indirizzo, che di programmazione: sono stati approvati (o sono in approvazione) 5 regolamenti di Scuole/Commissioni Sezionali; è stato introdotto, grazie all’incredibile lavoro della Tesoreria (Aldo, Angelo, Giorgio), il nuovo modello di rendiconto ETS ed è stato ristrutturato lo strumento del rendiconto preventivo con il coinvolgimento di tutte le attività sezionali.

Nell’ultimo trimestre dello scorso anno il divisivo, ma necessario, obbligo di green pass per la partecipazione alle nostre attività, ha nuovamente permesso la piena apertura della sede e la possibilità di tornare a Cinemazero per i tanto attesi appuntamenti del giovedì organizzati dal Comitato Scientifico Sezionale.
Valide e apprezzatissime dal pubblico sono state le 4 serate dedicate, rispettivamente: alla proiezione del film Il Buco (presentato al Festival del Cinema di Venezia); alle Alpi Apuane, Ai 50 anni della Stazione di Pordenone del Soccorso Alpino e Speleologico, ai due documentari realizzati da Ivo Pecile e Marco Virgilio ed inerenti al Parco Naturale Dolomiti Friulane e al Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino. Numerose e partecipate le presentazioni di libri presso la “Tipografia Savio”. Ricca la programmazione dedicata alla cultura per il 2022 che ci vede in particolare impegnati in tre collaborazioni con realtà culturali di eccezionale profilo: Cinemazero, PordenoneLegge e il Teatro Verdi con cui dallo scorso anno si sta imbastendo una sempre più fattiva e prolifica attività anche grazie al Presidente Giovanni Lessio, nostro socio e membro del CSS. Il Notiziario ha fatto uscire il III numero della “nuova era” e stiamo tutti aspettando il numero di primavera che ci immergerà nella più orientale valle della destra Tagliamento: la Val D’Arzino.
Grandi aspettative vengono riposte dietro la seconda edizione del progetto di Terapia Forestale, che nello scorso anno ha avuto grande successo.

La stagione dell’Escursionismo, così come quella dell’Alpinismo Giovanile, si sono chiuse nel migliore dei modi con la comune castagnata a Tamar: una splendida giornata all’insegna di spensieratezza ed allegria. A seguito di una gran lavoro di confronto tra i suoi componenti, la Commissione di Escursionismo Sezionale ha elaborato una proposta di Regolamento al CD. In seguito all’approvazione di tale documento (visibile sul sito internet) si è tenuta la prima assemblea plenaria della commissione che ha individuato il nuovo direttivo e confermato Franco Protani nel ruolo di Coordinatore della commissione. Densissimo e variegato (come da lunga tradizione) il programma delle escursioni che la commissione propone ai soci per il 2022.

La Commissione di Alpinismo Giovanile impegnata, come vedremo a breve, in molteplici attività formative, ha realizzato un avvincente programma 2022 per i nostri giovani soci con diversi appuntamenti svolti in collaborazione con altre attività sezionali quali la Commissione Escursionismo, La commissione Sentieri, La TAM e la Scuola Monte Cavallo. Per il 2022 la commissione allarga le braccia delle sue attività alla Sezione di Maniago, due saranno i collaboratori provenienti dalla città dei coltelli e molti, speriamo, i ragazzi. La Commissione ha inoltre rinnovato il suo regolamento di attività che a breve porterà alla definitiva approvazione del CD.

Dopo mesi di trepidante attesa la Sezione ha allargato i suoi “confini”, acquisendo in comodato d’uso per 9 anni la struttura “ex scuole delle Villotte” di San Quirino facendola divenire la Scuola di Speleologia, Alpinismo ed Escursionismo (S.A.E.) – l’inaugurazione è avvenuta lo scorso 12 dicembre alla presenza di oltre 100 soci.
Un poliedrico gruppo di lavoro, sta provvedendo a dotare di tutti gli arredi necessari la struttura ed ha, quindi, redatto il regolamento di utilizzo della struttura che a breve sarà portato all’attenzione del CD.

La Scuola di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera “Val Montanaia” ha avuto l’onere e l’onore di essere la prima delle realtà sezionali ad utilizzare la nuova struttura didattica con il I Corso per neofiti dedicato agli APS (Artva-Pala-Sonda), una risposta tempestiva ed efficace ai nuovi obblighi di legge per i frequentatori dell’ambiente montano innevato.
La Scuola ha quindi svolto, con larghissima partecipazione, il 51° Corso di Scialpinismo ed il 21° Corso di Snowboard alpinismo. In programma per i prossimi mesi anche il Corso AR1 e AL1. Alessandro Miot ha conseguito il Titolo di Istruttore di Alpinismo.

La Scuola intersezionale di Escursionismo “Lorenzo Frisone” (per il tramite dei Consigli direttivi delle sezioni che costituiscono la Scuola) ha individuato in San Vito al Tagliamento la Sua sezione capofila ed ha adeguato il regolamento. Si è appena concluso, con alcune lezioni presso la Scuola SAE, il Corso di Escursionismo in Ambiente Innevato. Prossime l’apertura delle iscrizioni per i corsi dedicati all’escursionismo estivo.

La Scuola intersezionale di Alpinismo Giovanile “Monte Cavallo” (per il tramite dei Consigli direttivi delle sezioni che costituiscono la Scuola) ha individuato in Portogruaro la Sua sezione capofila ed ha adeguato il regolamento.
Lorenzo Marcon (Sez. Pordenone), e Cristina Badiali (Sez. Mestre) hanno superato con profitto il XII Corso per Titolati di II Livello di Alpinismo Giovanile facendo salire a quattro il numero di Nazionali in organico.
Francesco Palamin (Sez. Pordenone) ha superato con profitto le selezioni per accedere al XV Corso per Titolato di I livello di Alpinismo Giovanile (Area VFG) – numerosi sono gli Istruttori della Scuola VM e della Scuola Monte Cavallo impegnati come docenti in questo corso di formazione che sarà, per altro, ospitato per 2 fine settimana nella Scuola SAE di San Quirino. La Scuola Monte Cavallo ha in programma per quest’anno una tre giorni di arrampicata in Val Rosandra per ragazzi di III Fascia; una settimana in val Dogna per ragazzi di tutte e tre le fasce; ed il II Corso di Formazione e Verifica per Qualificati di AG (ASAG).

L’Unione Speleologica Pordenonese è stata impegnata nell’ultimo trimestre del 2021 in rilevanti attività di esplorazione nella zona del Piancavallo e del Cjaurlec, oltre che nella mappatura digitale della grossa Foos di Campone. Per l’anno in corso i nostri speleologi hanno programmato un nuovo corso di introduzione alla speleologia (già iniziato) e due eventi di carattere nazionale che verranno interamente ospitati presso la Scuola SAE di San Quirino: il II corso di arrampicata per speleologi (con la collaborazione della Scuola Val Montanaia) e un corso in ambito culturale che si terrà in autunno. Per quanto concerne, invece, le attività dedicate ai soci che prediligono la forra sono previste: una giornata di avvicinamento al torrentismo, che sarà prodromica al corso di introduzione al torrentismo (nella speranza che le precipitazioni riprendano copiose) e, per finire, il Corso Nazionale di III livello di torrentismo. Con il coinvolgimento del Comitato Scientifico Sezionale sono già pianificate ulteriori attività di esplorazione espressamente votate alle misure ambientali.

La Commissione Sentieri, che nel corso dell’anno 2021 ha svolto la sua meritoria e fondamentale attività anche oltre gli ordinari limiti di competenza territoriale per partecipare alla manutenzione del Sentiero Italia, ha in programma per il 2022 una continua e settimanale attività che la vedrà coinvolta nella manutenzione di oltre 25 km di tracciati e nella riverniciatura del Bivacco Marchi Granzotto (attività in cui verrà supportata da un manipolo di giovani di AG). Un’opera discreta e concreta, quella dei nostri sentieristi, che va ben oltre le mere apparenze.
Grazie all’instancabile opera dell’ispettore Loris Calligaro e dell’Arch. Francesco Michelis il Rifugio Pordenone ha ultimato, con la presentazione della rendicontazione, il lungo iter di lavori idraulici straordinari (sado e bagni); è stata, inoltre, riordinata tutta l’area retrostante la struttura. Per il 2022 sono in programma solo piccoli lavori di manutenzione per non gravare la gestione di disagi ulteriori rispetto a quelli che già ha patito in conseguenza della pandemia e dei lavori di rifacimento della strada.
Alla fine del 2022 è in scadenza il contratto di affitto di azienda tra la Sezione e i Rifugisti. Marika ed Ivan hanno posto per tempo all’attenzione del CD una proposta di rinnovo ed ho il piacere di comunicarVi che, a conferma di un rapporto di fiducia e stima che dura da oltre dieci anni, è stato deciso di accettarla.

La Sottosezione di Aviano ha portato a termine con soddisfazione il programma 2021 di escursionismo e di manutenzione sentieri. Il Museo dell’Alpeggio (Casera Capovilla) ha ricevuto gli apprezzamenti dell’Eco Museo “Lis Aganis” che vuole inserirlo nella sua rete museale. Nei prossimi mesi verrà aperta un’interlocuzione con il Comune di Aviano per l’aggiornamento ed il rinnovo della concessione in essere avente ad oggetto le due strutture in quota gestite dalla Sottosezione.

Avviandomi alla conclusione di questa mia relazione, che sarà certamente viziata dal non aver dato merito a tutti gli interpreti delle tante attività poste in essere dal sodalizio e con i quali mi corre il dovere di scusarmi, volevo renderVi noto che in data 26 febbraio 2022 la Sezione ha ospitato – presso la Scuola SAE di San Quirino – l’annuale riunione dei Presidenti di Sezione dell’area Friulana. L’occasione ha visto protagonista la nostra Sezione non solo per l’apprezzata ospitalità (per altro organizzata con brevissimo preavviso), ma anche perché Pordenone ha fornito un efficace stimolo al GR per la risoluzione delle attuali incomprensioni tra Club Alpino Italiano e Amministrazione Regionale.

Voglio chiudere, come promesso, questo mia relazione ringraziando uno ad uno le Socie ed i Soci che dallo scorso novembre hanno reso possibile l’apertura della Sede, il suo funzionamento, ed il tesseramento. Attività che hanno richiesto impegno, pazienza, e costanza per riuscire a mantenere quel giusto livello di accoglienza che ci contraddistingue, non ostante l’imposizione di distanze, dispositivi di sicurezza e regole di comportamento. A Paola P, Eliana, Franco M, Cristina, Milena, Andrea G, Edi, Manuel, Marinella, Roberta, Franco J, Michela, Rosaria, Luca, Paola G, Stefano, Giorgio, Natasha, va, a nome di tutta la Sezione, il mio ringraziamento.

La Sezione di Pordenone ha ad oggi 1231 Soci; 102 in più, con riferimento ai dati al 16 marzo dello scorso anno.
Di essi 159 sono Nuovi soci, e sono certo che un tanto sia sintomo di come i Valori del Club Alpino Italiano, ed il carattere dei soci della nostra Sezione, risultino inclusivi, attrattivi, appassionanti.
Ci pare che il Sodalizio manifesti la giusta maturità per affrontare con entusiasmo i preparativi del primo centenario, ma circa questo argomento è desiderio mio, e del Consiglio Direttivo del quale Vi porto il saluto, ascoltare la Vostra voce all’assemblea del 31.3.2022 alla quale Vi attendiamo numerosi.
Buona Montagna.

Il Presidente
Lorenzo Marcon