28.1 C
Pordenone
sabato 13 Aprile 2024

Relazione morale al marzo 2024

Relazione morale al marzo 2024
La Sezione di Pordenone alle porte del suo primo centenario.

Come propostovi sull’ultimo editoriale de “Il Notiziario” mentre l’anno di fondazione della Nostra Sezione – il 1925 – è noto ai più, forse non tutti sanno che il 1924 è stato l’anno in cui alcuni giovani ed ardimentosi Pordenonesi diedero vita alla sottosezione di Pordenone, allora costola della vivace sezione di Treviso. Di questi fasti vi è ancora un silente testimone, sempre presente da oltre 100 anni agli arenghi dei soci e dal 1986 a tutti i consigli direttivi che si svolgono in piazzetta del Cristo: il vessillo sezionale! O meglio vice sezionale perché noterete, e l’invito è quello di recarvi in sala consigliare ad ammirarlo magari in occasione del tesseramento o di una serata del giovedì, che vi è ricamata ancora la dicitura “Sez. di Treviso”(!!!). In questo “piccolo centenario” la sezione appare in buona salute, benché reduce da un intenso periodo di rinnovamento delle sue strutture interne e di alcune delle sue abitudini ma mantenendo inalterate, e ben salde, finalità, vitalità e spirito associativo.

Il Consiglio Direttivo e la Tesoreria sono stati impegnati, in continuità con l’annualità precedente, nelle attività necessarie all’attuazione del nuovo statuto, ed in particolare nella redazione dei bilanci particolareggiati e nella conclusione dell’iter di aggiornamento e/o redazione dei regolamenti. Sono state ottimizzati i rapporti bancari, con l’eliminazione di assegni e carte prepagate (residua un solo bancomat intestato al Presidente), e con la sopravvivenza di tre conti correnti, rispettivamente gestione ordinaria (BCC Pordenone), Sottosezione di Aviano (BCC Aviano), Investimenti e riserve (Banca360 Pordenone). L’assunzione di Sara Martini, quale impiegata contabile part time, ha permesso il passaggio dalla contabilità per cassa a quella ordinaria resosi necessario per il superamento dei parametri di bilancio. Come già auspicato questo inserimento sgraverà, e non di poco, i ruoli di tesoriere e segretaria e conseguentemente di tutto l’ufficio di Presidenza.
L’intenso lavoro di ristrutturazione ed aggiornamento della sede sociale si è finalmente concluso. Si è messo a norma l’impianto elettrico, sono stati installate le luci di emergenza e gli estintori, ristrutturati la facciata ed i serramenti esterni (ormai fatiscenti sul lato nord). Si è quindi provveduto ad un riordino straordinario del magazzino e, conseguentemente alla nomina dell’RSPP, alla redazione (ed affissione) del piano sicurezza ed evacuazione. Nel corso dell’anno si è anche tenuto l’apprezzato Concorso Fotografico “un nuovo campanile” che ha permesso di sostituire l’ormai scolorita foto del Campanile presente in atrio dall’inaugurazione della sede (sono certo che molti di voi non se ne siano accorti, merito della Fotografa che si è aggiudicata il primo premio ed è riuscita a replicare con grande precisione la storica immagine); infine è stata realizzata in corridoio una piccola esposizione permanente dedicata ai rifugi della sezione (passati e presente) e a Raffaele Carlesso (per la quale ringraziamo ancora una volta la Socia Alessia Zago per la realizzazione delle grafiche, ed i Soci Pizzoli, Canton e Pizzut per il recupero del Mosaico del Rifugio Piancavallo); La Biblioteca C.A. Maddalena ha incrementato il suo già considerevole numero di volumi grazie in particolare a due generosissime donazioni librarie ricevute dalla Famiglia Baratto e dal Socio Toni Rosso.

L’attività del Comitato Scientifico Culturale Sezionale si è svolta con incredibile vivacità a cominciare dalle variegate serate a Cinemazero, passando per la partecipazione a Pordenonelegge e all’innovativo Progetto Montagna con il Teatro Verdi che ci ha visti coinvolti negli spettacoli in quota, in un meraviglioso convegno a Spilimbergo e in un sofisticato concerto per la giornata internazionale della montagna. Collaborazione che quest’anno vedrà un ulteriore allargamento di appuntamenti con il coinvolgimento di tutte le sezioni della destra Tagliamento. Lodevole l’impegno del comitato anche perché nonostante la mole di lavoro non dimentica le tradizioni: sono proseguite infatti le storiche “serate del giovedì” apprezzati appuntamenti in cui sono i soci a raccontare le loro esperienze.
Il Notiziario ha fatto uscire i numeri di primavera ed autunno ed è al momento allo studio la nuova linea editoriale.
Di incredibile rilievo ed apprezzamento è risultato l’allestimento presso la sede sociale della mostra “Artico”.
Nel finire del 2023 il Coordinamento del CSCS è stato rinnovato e ha visto l’avvicendamento del Binomio Giorgio Fornasier – Grazia Pizzoli, che avevano tenuto a “battesimo” la nascita dell’istituzione sezionale, con un Direttivo di 5 membri presieduto da Daniele Vaghini. Sono certo di interpretare un sentimento condiviso da moltissimi di Voi nel ringraziare tutti loro per l’incessante attività scientifico culturale che hanno proposto e che proporranno non solo ai soci ma alla cittadinanza tutta.

Su spinta del consiglio direttivo e grazie all’entusiasmo degli operatori della nostra Sezione sta venendo costituita in questo periodo una commissione Intersezionale Tutela Ambiente Montano con il coinvolgimento delle Sezioni di Sacile e Codroipo e alla quale auguriamo di iniziare al più presto la propria attività occupandosi di progettualità legate al mondo delle scuole e alla divulgazione della sensibilità ambientale.

Nel corso dell’anno 2023 l’attività escursionistica ha coinvolto un numero sempre maggiore di soci con le plurime proposte della Commissione Escursionismo “Franco Jereb” partendo dalle semplici escursioni nella pedemontana pordenonese utili a scaldare i motori fino ad arrivare ai grandi trekking che hanno visto i nostri soci percorrere i sentieri della Croazia, e precisamente dell’isola di Cherso, passando per l’Isola d’Elba e sino al classico trekking alpino più impegnativo lungo il “Sentiero Roma”.
I soci continuano a sottolineare soddisfazione per il grande lavoro che la Commissione svolge nella ricerca, preparazione e svolgimento delle escursioni. Il fondamentale terzo tempo permette di rinsaldare vecchie e nuove amicizie tra chi frequenta le nostre attività.
Le prime escursioni invernali si sono già tenute anche se la neve ha tardato ad arrivare, ma la partecipazione è sempre numerosa ed attenta soprattutto alle regole dettate dall’obbligatorietà dell’uso degli APS.
Solo la gita notturna prevista per sabato 24 febbraio, è stata annullata per l’avversità del meteo.
Per quanto riguarda la preparazione tecnica dei nostri direttori di escursione ricordiamo che alcuni dei nostri titolati hanno partecipato nel mese di gennaio ad un aggiornamento sia in DAD che in ambiente, organizzato dall’OTTO FVG Escursionismo, ove è stato trattato in maniera approfondita il tema della stratigrafia del manto nevoso e dell’autosoccorso in valanga.
Corrado Drozina è divenuto accompagnatore di escursionismo di I° livello (AE);
Dulcis in fundo ho il piacere di comunicarvi due iniziative dedicate alla memoria di Franco Jereb: l’OTTO FVG Escursionismo gli ha dedicato il corso ASE-AE che si terrà nel corso dell’anno corrente, e parimenti Ugo Scortegagna gli ha dedicato la sua ultima fatica editoriale sulla Conca di Claut che la Sezione ha patrocinato con estremo piacere.

La Commissione di Alpinismo Giovanile ha svolto regolarmente il suo programma con la collaborazione della Commissione Escursionismo, e della Scuola Intersezionale “Monte Cavallo”. Alle attività tradizionali si è aggiunto il VII Corso di arrampicata indoor – in collaborazione con la Scuola “Val Montanania”, che ha visto l’entusiastica partecipazione di 20 giovani allievi.
Nel corso dell’anno 5 dei nostri qualificati hanno frequentando lo stage propedeutico al corso AAG, mentre Davide Colledan ha superato le selezioni al XVI Corso per Titolati di I Livello – area VFG.
Francesco Palamin è divenuto Accompagnatore di Alpinismo Giovanile (AAG).

La Scuola di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera “Val Montanaia” ha svolto nel 2023 tutti e sei i percorsi formativi previsti tra cui il corso di autosoccorso in valanga (AV) – ormai alla sua terza edizione – i Corsi di Sci (SA1) e Snowboard (SBA1) Alpinismo Base ed il Corso di Scialpinismo Avanzato (SBA2), i corsi Roccia (AR1) e arrampicata Libera (AL1) coinvolgendo un totale di un’ottantina di allievi. All’assemblea tenutasi nel Dicembre 2023 Claudia Colussi è stata confermata alla direzione della scuola.

La Scuola intersezionale di Escursionismo “Lorenzo Frisone” ha svolto durante il 2023 molteplici corsi dedicati alle discipline escursionistiche ed in particolare: da gennaio a marzo il XII Corso di escursionismo in ambiente innevato; da aprile a maggio il XXIV Corso di Escursionismo Base e da maggio a luglio il XXV Corso Escursionisti Esperti Attrezzati; in gennaio 2023 si è svolto (in scuola SAE) un corso BLSD per i componenti della scuola. Da segnalare invece Tra le novità che la scuola propone per il 2024 un nuovo corso dedicato ai Trekking.

La Scuola intersezionale di Alpinismo Giovanile “Monte Cavallo” fondata e formata dalle Sezioni di Pordenone e Portogruaro ha svolto con regolarità il programma prefissato per il 2023, a cominciare dall’aggiornamento ferrate per Asag.
A fine luglio si è tenuto in val Visdende il II Corso di avvicinamento alla media montagna che ha visto la partecipazione di 30 ragazzi provenienti da tre sezioni, mentre a settembre si è tenuta l’apprezzata prima edizione di “adotta un sentiero” che ha visto nuovamente il coinvolgimento a fianco dei ragazzi della nostra commissione sentieri per la manutenzione dei percorsi nella zona della Casera di Giais.
La Scuola Monte Cavallo ha in programma per quest’anno una nuova edizione del corso estivo che si terrà a Forni di Sopra e il III Corso per accompagnatori Sezionali.

L’Unione Speleologica Pordenonese ha svolto attività di esplorazione e mappatura di nuove cavità, attività didattica e divulgativa, corsi di carattere regionale e nazionale. Sono attualmente in corso due progetti di studio ambientale: il primo sulla grotta di Castelsotterra (TV) ed il secondo sull’acquifero della Val D’Arzino (PN).
La socia Anna Maria Della Valle ha conseguito il titolo di I livello di speleologia. Il nuovo numero di Esplorare è appena uscito e lo potrete trovare sia in sede che all’assemblea del 21.3.2024.

Il Gruppo Torrentisti della Sezione di Pordenone ha proseguito la sua opera a vantaggio della pulizia di rogge e parchi del territorio, e sta proseguendo il percorso formativo dei suoi membri.
Edi Bianchini (istruttore sezionale di Torrentismo) è stato eletto Coordinatore del Gruppo.

La Commissione Sentieri e Opere Alpine, che nel corso dell’anno 2023 ha svolto la sua meritoria e fondamentale attività anche oltre gli ordinari limiti di competenza territoriale partecipando all’attività di tracciatura e segnatura anche di alcuni sentieri delle sezioni contermini, ha segnato e sramato un totale di circa (segnavia più… segnavia meno…) 37 km di sentieri oltre ad aver decespugliato ulteriori 30 km di sentieri. La collaborazione con Promotur è proseguita con la segnatura di tre nuovi circuiti dedicata alla MTB nella zona di Piancavallo.
Un’opera discreta e concreta, quella dei nostri sentieristi, che va ben oltre le mere apparenze.

Grazie all’instancabile opera dell’ispettore Loris Calligaro e dell’Arch. Francesco Michelis al Rifugio Pordenone sono stati effettuati e pianificati nuovi interventi di manutenzione straordinaria, in particolare nel corso del 2023 si è proceduto alla messa a norma dell’impianto elettrico, all’acquisto di una nuova cappa aspirante, e di un nuovo defibrillatore; il Consiglio ha quindi deliberato l’esecuzione di tre lotti di interventi da tenersi, rispettivamente, nel 2024-2025-2026 e che vedranno realizzati la massa in sicurezza del pendio a monte del rifugio, la realizzazione di un nuovo spazio tecnico, l’ampliamento della cucina, la creazione di un portico ad est del rifugio e la sostituzione dei serramenti. Il primo lotto ha già visto deliberato un finanziamento da parte della regione per l’80% della spesa ed è in partenza in questi giorni una campagna di crowfounding per la rimanente somma alla quale vi chiediamo di contribuire numerosi.
Un ringraziamento particolare va a Marika ed Ivan che oltre alla consueta passione nella gestione ci hanno fornito un incredibile aiuto, dettato dalla loro esperienza, nell’individuazione ed ideazione delle opere da eseguire.

Nel 2023 il Bivacco Marchi Granzotto è stato oggetto di verifica e sostituzione del libro di bivacco e del timbro. Sono al momento al vaglio delle ipotesi di riqualificazione o sostituzione a causa dell’inevitabile logorio del tempo, ed un tanto anche grazie ad un’interlocuzione con l’ANA di Pordenone in vista del comune centenario del prossimo anno.

Con il mese di dicembre si è chiusa l’ultra decennale esperienza della sala boulder e della parete top rope. L’immobile di proprietà comunale all’interno della quale la struttura sorgeva sarà oggetto di un intervento di demolizione/ricostruzione (i cui difficili contorni legati al previsto abbattimento degli alberi dell’attiguo parco sono noti ai più). Qualora l’intervento dovesse svolgersi secondo la programmazione dell’Amministrazione verrà realizzata una nuova struttura dedicata all’arrampicata. La sezione, in concerto con la FASI, ha svolto il ruolo di consulente tecnico dei progettisti nell’ideazione degli spazi interni legati all’arrampicata.
La nuova struttura dovrebbe essere pronta a fine 2025.
Un particolare ringraziamento va a tutti gli apritori che, alle fatiche ordinarie dell’anno, hanno sommato l’incredibile opera di asporto del materiale di proprietà della sezione dai liberati spazi.

Anche il secondo anno di gestione della Scuola di Speleologia, Alpinismo ed Escursionismo (S.A.E.) ha dato grandi soddisfazioni. La struttura è stata utilizzata settimanalmente per ospitare tutti i corsi che questa Sezione propone, ed anche alcune delle riunioni delle varie scuole e commissioni.
Per quanto concerne l’utilizzo da parte di realtà (CAI) esterne la struttura è stata utilizzata per lo svolgimento del raduno Regionale di Alpinismo Giovanile e per corsi tecnici nazionali e regionali sia di Speleologia che di Alpinismo Giovanile.

La Sottosezione di Aviano ha portato a termine con soddisfazione il programma 2023 di escursionismo (con il consolidamento della collaborazione con le sezioni dell’Alpago e di Este) e di manutenzione sentieri. La Casera Capovilla e Il Museo dell’Alpeggio sono stati oggetto della attività di manutenzione ordinaria ed è stato rinfrancato il sostegno al comune di Aviano tramite la partecipazione alle giornate ecologiche.

Uno storico avvicendamento è avvenuto al vertice della Stazione del Soccorso Alpino di Pordenone, dopo 9 anni Luca Diana a “ceduto il posto” di Capo Stazione a Saul Gattel già Accompagnatore Nazionale di AG della nostra sezione. Esprimiamo ad entrambi la nostra gratitudine per quanto hanno fatto e faranno al servizio di chi si trova in difficoltà nell’andar per monti.

Avviandomi alla conclusione di questa mia relazione, che sarà certamente viziata dal non aver dato merito a tutti gli interpreti delle tante attività poste in essere dal sodalizio e con i quali mi corre il dovere di scusarmi, volevo rendervi noto che in data 6 marzo 2024 la Sezione ha organizzato la seconda riunione dei Presidenti di Sezione della Destra Tagliamento. L’occasione è stata propizia per presentare ai Presidenti il Progetto Montagna 2024 che il Teatro Verdi organizza in collaborazione con Il CAI e per valutare – una volta che la sede centrale avrà disciplinato la materia – la costituzione di un’associazione tra le sezioni dell’ex Provincia.

Voglio chiudere, come ormai da tradizione, questo mia relazione ringraziando uno ad uno le Socie ed i Soci che dallo scorso novembre hanno reso possibile l’apertura della Sede, il suo funzionamento, ed il tesseramento. Attività che hanno richiesto impegno, pazienza, e costanza per riuscire a mantenere quel giusto livello di accoglienza e di inclusività che ci contraddistingue. A Paola P, Franco M, Cristina, Milena, Andrea G, Edi, Marinella, Roberta, Franco J, Michela, Rosaria, Luca, Paola G, Stefano, Giorgio M., Natasha, Paola N. a nome di tutta la Sezione, il mio ringraziamento.

La Sezione di Pordenone ha chiuso il tesseramento 2023 con 1926 soci.
Ad oggi, i soci che hanno rinnovato per il 2024 sono stati 1259.
Di essi 122 sono Nuovi soci, e sono certo che tale dato si confermi sintomo dell’inclusività del Nostro Sodalizio, della validità della sua proposta tecnica e culturale e della cordialità dei suoi Volontari.
L’incarico che questo Consiglio Direttivo ha assunto nel 2021 volge al termine, ringraziando tutti i volontari che in questi tre anni hanno dato il loro tempo per il nostro Sodalizio voglio onorare con la più affettuosa riconoscenza i consiglieri, il tesoriere, i delegati ed i revisori, ma in particolare Paola Pagura ed Angelo Limiti senza i quali non avremmo potuto svolgere questo impegnativo e meraviglioso percorso; insieme a tutti loro auguriamo buona strada e buon lavoro a chi ricoprirà dopo di noi le cariche sociali in imminente rinnovo.

Nell’aspettarvi numerosi all’assemblea ordinaria del 21 marzo 2024, Vi rivolgo anche nome del Consiglio Direttivo il migliore dei saluti: Buona Montagna!
Vostro

Il Presidente
Avv. Lorenzo Marcon