il Regolamento

La Biblioteca è aperta al pubblico durante l’orario di segreteria (18,30-19,30 dal lunedì al venerdì), essa potrà rimanere temporaneamente chiusa in occasione delle revisioni periodiche del materiale. Per particolari esigenze è possibile accordarsi con il responsabile della Biblioteca per aperture fuori orario.

Tutti i Soci che abbiano compiuto gli anni sedici possono accedere gratuitamente ed in modo autonomo alla Biblioteca per utilizzare i fondi ed i servizi con le modalità e le cautele stabilite dal regolamento. Anche i non Soci possono accedere, previa autorizzazione, al servizio di consultazione gratuito in sede che prevede l’uso di tutte le opere presenti (compresa la cartografia ed i periodici).

I frequentatori devono usare i libri ottenuti nei locali della Biblioteca con ogni cura per non danneggiarli, astenendosi, in particolare, dall’apporvi scritte o segni.
Particolari libri rari e documenti preziosi possono essere dati in esame soltanto sotto continua sorveglianza.
Ricerche bibliografiche sul software di catalogazione possono essere eseguite sul personal computer presente in Biblioteca in presenza del bibliotecario o di altro personale di segreteria.
Dopo la consultazione il materiale deve essere riposto nel medesimo scaffale da cui era stato prelevato.

È istituito presso la Biblioteca un servizio di prestito dei libri a tutte le categorie di Soci della Sezione ed è ammesso il prestito anche a Soci di altre Sezioni.
Per particolari esigenze, valutate di volta in volta dal responsabile della Biblioteca, possono essere ammessi al prestito anche non Soci che forniscano copia di documento di identità in corso.
È escluso dal prestito il seguente materiale:  materiale raro e/o di particolare pregio, le guide, i periodici, le carte topografiche e tutto il materiale che deve rimanere in Biblioteca su insindacabile decisione della Commissione Biblioteca.
La durata del prestito è di giorni 30, per particolari esigenze e se non ci sono nel frattempo ulteriori richieste per tale materiale il prestito può essere prorogato per ulteriori 30 giorni.
Il responsabile della Biblioteca può richiedere l’immediata restituzione del materiale prestato quando il servizio della Biblioteca lo richieda.

Il prestito viene effettuato mediante registrazione su apposito modulo di tutti i dati identificativi dell’opera, della data del prestito e della firma leggibile del richiedente.
Il testo non restituito o deteriorato è addebitato al richiedente che lo ha ricevuto in prestito che è tenuto a provvedere al suo nuovo acquisto o a versare alla Sezione il corrispettivo del valore rivalutato nel tempo per le opere non più reperibili sul mercato.
La firma di chi ha ricevuto il prestito attesta la conoscenza e l’accettazione senza riserve del presente regolamento.

Il bibliotecario può escludere temporaneamente dalla lettura o dal prestito coloro che abbiano trasgredito i regolamenti con danno per il buon ordine dei servizi e per la conservazione del materiale; ulteriori provvedimenti potranno essere presi dal Consiglio sezionale.